domenica 20 marzo 2011

O VI COMANDO !O VI AMAZZO!

La guerra e una brutta cosa non c e nessun paese nel mondo chi non ha provato la guerra e non ha provato la fame anche l italia ha provato questo ,allora stiamo tutti calmi perche non c e nessuno chi e miglio del altro ,arrivano molti barcche al sud d italia perche e normale e il paese piu vicino per una zona di guerra e la gente e normale chi scappano di li ,la libia e un paese ricco e tanti stranieri hanno fatto un futuro li ma nel paese restano solo i gente del paese si restano ,tanti marocchini ci sono in libia e tanta altri nazionalita anche del europa chi lavorano li ,l italia li da un aiuto ma sono tanti non tutti sono venuti qui per cercare un lavoro o per fare le badante come credono i gente di qui ,c e chi ha lacciato la casa ,i soldi nella banca e tanti altri cose ma la guerra e proprio cosi ,siamo tutti gente e non scchersiamo mai mai della sofferensa delli altri o pensare chi uno e miglio del altro si perche sulla sua terra non e come uno chi ha lacciato la sua terra,per noi marocchini venire in europa e una moda prima la francia e nella prima moda e doppo l america e addesso l italia e germania ma l espagnia al ultimo punto ,oggni di noi cerca il posto dove trova la sua serenita e trova i gente che pensano come pensa lui per esempio c e uno che voleva solo stare a casa e asppettare la gricultura di sua terra al fino di oggni anno non e uguale a quello chi vuole vendere e comprare tanti volte in un anno .comunque siamo tutti sulla palla mondiale in tanto non si sa quando si spacca tutta.IL GADDAFI voleva lavorare con questa regola :mio bello popolo o!vi comando o vi amazzo non c e un altra soluzione perche lui non ha un altra sceglta ,lui mouri mouri allora ci moriamo tutti.

14 commenti:

  1. Quello che hai scritto è molto chiaro, da quando c è il mondo ci sono stati sempre questi spostamenti, le guerre sono sempre brutte ovunque avvengano... Speriamo solo che anche Gheddafi, provi a ragionare, ma ne dubito molto, troppi anni ha durato la sua dittatura,
    che Iddio protegga quei poveri innocenti.
    Buon inizio della settimana cara Fatiha.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Cara Fatiha, purtroppo la situazione internazionale come puoi ben vedere è difficile e molto tesa; a Lampedusa c'è l'emergenza perchè ci sono troppo immigrati ora, ma la cosa che fa discutere a parte ciò è che sono solo uomini, non ci sono anche donne e bambini ed è anche normale che la gente abbia paura; tuttavia come dici tu, e come dovrebbe essere per tutti, siamo tutti uomini. Ed è normale che si cerchi di sfuggire dalla guerra e dalla morte, ognuno di noi lo farebbe. Il problema è lo stato italiano e gli altri stati del Mediterraneo che non riescono a gestire questa emergenza e non riescono a dare asilo politico nei modi in cui sarebbe opportuno. Ogni persona umana ha diritto alla vita e alla felicità! Non si deve mai parlare di diversità legate alla nazionalità perchè siamo tutti uomini. Buona serata, un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Non si è mai sentito un capo, un comandante, un dittatore che non ragioni così. E' un vizio dei capi quello.
    Certo che anche il Marocco non se la passa bene.

    RispondiElimina
  4. Condivido il tuo post , non dimentichiamo mai l'articolo 31 della nostra costituzione .....purtroppo calpestata dai " nostri " politici.

    RispondiElimina
  5. Stai parlando del re del Marocco, di Gheddafi o di Berlusconi?
    L'art.31 è quello del gruppo musicale milanese che si rifà alla libertà di parola della costituzione irlandese o all'articolo 31 della costituzione italiana?

    Art.31 Costituzione italiana.

    La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose.
    Protegge la maternità, l'infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo.

    Art.11 Costituzione italiana

    L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

    RispondiElimina
  6. E' un dittatore fa il suo mestiere. se lo tolgano di torno i suoi con un attacco Kamikaze, o quelli sono buoni solo per ammazzare gli occidentali.

    RispondiElimina
  7. una cosa è certa:
    La guerra porta una perdita di consensi. La gente non vuole guerre, e non voterà certo chi la porta in guerra.
    I Tornado italiani volano, ma non bombardano, consumano un po' di kerosene che pagheremo tutti, e così facciamo vedere che gli aerei a reazione li abbiamo anche noi, ma alla prima frenata dei turchi, l'Italia interventista è franata dietro Bossi.
    Anche perchè stare contro Gheddafi è facile e fin troppo comprensibile, ma stare con i morti di Bengasi e non con i morti di Tripoli è più difficile da capire e da scegliere. Perchè dovremmo scegliere poi?
    Intanto gli americani scaricano la loro vagonata di bombe intelligenti e i francesi tritano quel che resta. Gli inglesi cominciano ad accorgersi di non aver sbocchi. Chi spara in aria, poi alla fine, comanda l'aria.
    Allora gli americani imitando il linguaggio di Gheddafi sparano sui suoi bunker e sulla sua città natale. Ovviamente il loro obbiettivo non è quello a parole ma è solo quelle di qualche bomba vagante che per sbaglio va fuori posto.
    "Ciao Peppino!"... dicono dalle mie parti.

    RispondiElimina
  8. Basta falsi aiuti militari, basta guerre. Ogni popolo liberi se stesso o si arrenda al proprio dittatore.

    RispondiElimina
  9. Il popolo va guidato come una nave, basta un alito di vento e le vele girate male e si va tutti ad infrangersi sugli scogli come adesso.

    RispondiElimina
  10. In Libia c'è una guerra? E contro chi?
    In Cina ammazzano civili ma nessuno dice niente, anzi, tutti vogliono partecipare alle imprese del paese.
    Sig. Presidente Napolitano, bisogna essere più coerenti nelle cose, non solo con i più deboli.

    RispondiElimina
  11. Una cosa è certa. Gheddafi prima di mollare le sue ricchezze e consegnarsi ad un tribunale internazionale per crimini contro i civili, comprerà tutti i disperati del Chad e tutti i disperati della Nigeria per massacrare i suoi insorti.
    Gheddafi ha un credo.
    "Io sono la Libia, e se il popolo non mi riconosce, non riconosce la Libia, e io cambio tutto il popolo".

    RispondiElimina
  12. Le guerre fanno comodo ai potenti della terra. Con il commercio di armi e gli appalti per le ricostruzioni si mettono in tasca parecchi quattrini.
    Poveri popoli, povera umanità.
    Un caro saluto, Fatiha.

    Sari

    RispondiElimina
  13. Olá srta, tudo bem? De onde é?

    RispondiElimina
  14. Giovanni marinaio20 ottobre 2011 21:47

    Adesso non comanderà ne ucciderà più nessuno. Un colpo alla testa ha messo fine alla sua arroganza. Il giorno della propria morte, anche i più potenti della terra diventano più piccoli dei piccoli.

    RispondiElimina